Mascherine amianto FFP3: sono efficaci anche contro il Covid?

Caratteristiche delle mascherine per amianto FFP3.

Hai sentito parlare di mascherine per l’amianto FFP3 e ti chiedi se siano utili per limitare i contagi da coronavirus? Ecco le risposte ai tuoi dubbi.

Cercando protezioni per naso e bocca per difenderti dal contagio del coronavirus, è probabile che anche tu ti sia imbattuto/a sulle mascherine per l’amianto FFP3.

Si tratta di mascherine molto performanti che consentono di poter lavorare a contatto con polveri pericolose come l’amianto senza correre rischi.

Ma si tratta delle stesse mascherine DPI che si utilizzano anche negli ospedali? 

È corretto proporle anche come protezioni per il coronavirus?

Ecco tutti i chiarimenti sulla faccenda.

Mascherine amianto FFP3 e Covid: si tratta delle stesse protezioni?

Mascherine per l’amianto FFP3: solo ad uso lavorativo o utili anche nella sanità?

Tra le mascherine usa e getta più ricercate durante il periodo di emergenza sanitaria legata al coronavirus ci sono certamente le mascherine DPI.

I dispositivi di protezione individuale vengono suddivisi in tre categorie principali in base al loro potere di filtrazione, e le più potenti sono proprio le mascherine FFP3.

Cercando questa sigla per fare un acquisto sul web, o magari in qualche negozio della tua città, è probabile che ti sia trovato davanti alle mascherine per l’amianto FFP3, ma si tratta degli stessi prodotti che vengono utilizzati anche negli ospedali o sono mascherine differenti che hanno in comune questa nomenclatura?

Le mascherine che riportano questa sigla e che sono conformi alla norma EN 149:2001+A1:2009 hanno le stesse caratteristiche, anche se nella confezione c’è scritto mascherine per amianto.

Infatti questa tipologia di facciale filtrante può essere utilizzato per filtrare le particelle volatili più nocive per le vie respiratorie sia nei settori dell’industria, dell’edilizia o altri settori in cui vengono prodotte micro-polveri pericolose, sia nel settore della sanità, della farmaceutica e della chimica.

Le mascherine FFP3 sono in grado di bloccare il passaggio del 98% di agenti patogeni, polveri finissime e altre sostanze pericolose nei pressi dell’indossatore, sia grazie alla fittissima struttura di fibre, che all’effetto elettrostatico del loro tessuto.

Sappiamo però che le mascherine FFP3 (ma anche le mascherine KN95 e FFP2) vengono proposte sia nella versione con valvola che in quella senza valvola.

Per proteggersi dal coronavirus valgono le stesse regole che è bene seguire durante la bonifica dell’amianto o ci sono delle differenze?

Ecco i chiarimenti nel prossimo paragrafo.

Leggi anche: Le caratteristiche della mascherina da viaggio perfetta.

Differenza tra le mascherine per amianto FFP3 con valvola, senza valvola e riutilizzabili.

Le mascherine FFP3 per lavorare a contatto con l’amianto solitamente vengono proposte nella versione con valvola

La motivazione è legata al fatto che chi effettua questo tipo di lavoro è in continuo movimento e la possibilità di eliminare facilmente l’aria espirata, garantisce una respirazione ottimale.

La valvola infatti è una sorta di sfiato, che però è strutturata in modo tale da garantire che la filtrazione dell’aria dall’esterno verso l’interno rimanga invariata.

Utilizzare una mascherina DPI per lavorare in questo settore va benissimo, ma per chi volesse utilizzare le mascherine FFP3 per limitare i contagi da Covid-19, la valvola è assolutamente da evitare.

Infatti assieme all’aria espirata e alla condensa del respiro, questo strumento permette di fuoriuscire anche a eventuali virus e batteri.

Dunque se cerchi protezione per te e per gli altri per motivazioni legate al coronavirus e ti dovessi trovare davanti a mascherine per amianto FFP3 dotate di valvola, sappi che non fanno per te.

Mascherine amianto FFP3 con valvola e riutilizzabili.

Se invece le mascherine in questione sono prive di valvola allora puoi considerarle idonee.

Anche se ti sei imbattuto nelle maschere FFP3 riutilizzabili è meglio fare qualche precisazione.

Mentre le mascherine non riutilizzabili garantiscono una protezione per un arco di tempo che corrisponde mediamente a 8 ore (un turno di lavoro), le mascherine riutilizzabili possono essere indossate per più di un giorno.

Quando si ha a che fare con le polveri questa caratteristica può essere utile, ma quando si hanno contatti con virus molto pericolosi, è meglio prediligere le mascherine usa e getta non riutilizzabili in modo tale da smaltirle tra i rifiuti immediatamente dopo l’utilizzo

Conservare mascherine utilizzate in ambienti ad alto rischio di contagio (come i reparti ospedalieri dedicati al Covid-19) potrebbe essere rischioso, meglio eliminare la mascherina contaminata appena possibile e utilizzarne una nuova.

Leggi anche: Mascherina per raffreddore: quale scegliere per preservare chi ti sta attorno.

Per concludere.

Chiariti tutti dubbi riguardo alle mascherine per l’amianto FFP3, ti ricordiamo che a meno che tu non abbia la necessità di lavorare in ospedale o in situazioni di rischio estremo, se ti vuoi proteggere in modo efficace dalla minaccia del coronavirus, puoi optare tranquillamente per le mascherine KN95 o FFP2.

Queste categorie di mascherine DPI, oltre che essere più reperibili, sono anche meno costose rispetto alle FFP3 e sono perfette per proteggerti dal coronavirus anche nelle situazioni più rischiose (filtrano il 95% di agenti patogeni in entrata e in uscita).

Visita oggi stesso il nostro store on-line M-Mask.it e scegli tra mascherine DPI, mascherine chirurgiche e mascherine moda per avere a portata di mano la protezione adeguata ad ogni contesto.

Per poterle indossare col massimo dell’igiene (anche se non hai a disposizione acqua e sapone) acquista anche il gel igienizzante con alcool e vivi questo periodo emergenza sanitaria con tutto ciò che ti occorre per sentirti al sicuro.

Su M-Mask.it trovi tutti i prodotti di qualità, testati e certificati, che ti occorrono per difenderti dal coronavirus a 360°!

Il presente sito utilizza cookies analitici di terze parti e di profilazione di parti terze.

Si precisa che chiudendo il presente banner ovvero proseguendo con la navigazione sul sito l'utente presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookies.