Mascherine monouso in carta: quando servono e quando invece sono del tutto inutili.

Mascherine monouso in carta: facciamo chiarezza.

Sai se e quando utilizzare le mascherine monouso in carta? Ecco i chiarimenti per un corretto utilizzo.

Tra le varie proposte di mascherine filtranti è probabile che ti sia capitato di imbatterti anche sulle mascherine monouso in carta.

Se non ne hai mai sentito parlare prima ti starai chiedendo in quali casi possono essere considerate utili e quando invece sono da escludere.

In questo articolo vogliamo approfondire la conoscenza di questi strumenti protettivi, confrontandoli con le mascherine chirurgiche e le DPI, in modo tale che anche tu possa essere in grado di sceglierle o meno in base alle situazioni che devi affrontare.

Ecco i chiarimenti che cercavi sulle mascherine usa e getta in carta.

Mascherine monouso in carta: ecco a cosa servono.

Mascherine monouso in carta: ecco a che cosa servono.

Le mascherine protettive per naso e bocca possono essere utilizzate per svariati motivi: per proteggersi dall’inalazione di polveri grosse o fini, di batteri, oppure di virus anche molto molto piccoli come le particelle del coronavirus.

Ma le mascherine usa e getta in carta a che cosa servono?

Beh, la risposta sta nella loro conformazione, nella struttura e nel materiale.

Mentre le mascherine DPI (FFP2, FFP3 e KN95) e le chirurgiche per essere immesse nel mercato devono essere realizzate con una forma specifica e devono assicurare di rispettare determinate caratteristiche, le mascherine di carta possono avere diverse forme, più o meno strati e capita spesso di leggere che siano realizzate con diversi materiali.

Quindi parlare di mascherine in carta è molto generico.

Detto ciò, tieni in considerazione che esistono mascherine in carta realizzate con un solo strato che possono essere utili per proteggere le vie respiratorie da minacce non troppo aggressive.

Esistono anche le mascherine in carta a 2 veli, che generalmente hanno un potere di filtrazione maggiore rispetto alle precedenti e possono essere usate per proteggere le vie aeree da alcuni tipi di polvere e determinati batteri, ma puoi sapere esattamente a che cosa servono solo leggendo quando dichiarato nella confezione in base ai test di laboratorio.

Leggi anche: 3 caratteristiche (comuni) delle migliori mascherine.

Coronavirus e mascherine monouso: ecco la differenza tra DPI, chirurgiche e mascherine in carta.

Quando si parla di coronavirus e protezioni, solitamente vengono in mente le mascherine chirurgiche, le mascherine KN95, le FFP2 e le FFP3.

Il motivo è semplice: i test di laboratorio dimostrano che queste mascherine sono efficaci per contrastare la diffusione del virus Covid-19.

In particolare:

  • Le mascherine chirurgiche (di tipo IIR) filtrano il 98% di agenti patogeni in uscita, quindi se indossate da tutti i presenti in un ambiente sono un ottimo strumento di prevenzione anti-contagio.
  • Le mascherine KN95 e FFP2 invece, filtrano il 95% di agenti infettivi (anche di piccolissime dimensioni) sia in entrata che in uscita.
  • Le mascherine FFP3 filtrano il 98% di agenti patogeni in entrata e in uscita, per questo sono considerate le protezioni ideali anche nei contesti più pericolosi.

Le mascherine di carta, come accennato nel paragrafo sopra, non appartengono ad una vera e propria categoria, perciò, prima di poter giudicare se possano essere o meno utili ai fini della prevenzione dei contagi, occorre valutare le certificazioni.

Se le mascherine monouso in carta che hai davanti sono conformi al D.L. 17 Marzo 2020, N. 18 Art.16, Comma 2 possono essere considerate “mascherine di comunità“, ed in questo caso il produttore deve dichiarare (sotto la sua responsabilità) quali sono i relativi requisiti di filtrazione e di sicurezza e se sono in grado di filtrare i virus.

Nella confezione di questi prodotti non troverai il marchio CE, nonostante ciò la loro vendita è consentita per via eccezionale durante il periodo di emergenza sanitaria per prevenire i contagi da coronavirus (ma non all’interno delle strutture sanitarie).

Differenza tra mascherine chirurgiche e mascherine monouso in carta.

Se invece le mascherine usa e getta in carta che stai prendendo in considerazione non riportano nessun dato relativo al potere di filtrazione o alla normativa sopracitata, allora non considerarle idonee per proteggerti dai virus.

In generale, anche se hai intenzione di utilizzare le mascherine per scopi diversi da quelli della prevenzione anti-contagio, evita di di utilizzare quelle non testate. Infatti oltre o poter essere inutili, potrebbero anche essere realizzate con sostanze aggressive per la pelle, esponendoti a problematiche come irritazioni, allergie e intossicazioni.

Leggi anche: N95 Mascherina adatta contro i virus?

Mascherine monouso in carta: in conclusione.

Come hai potuto leggere in questo approfondimento le mascherine monouso in carta non sono tutte uguali, pertanto per conoscere esattamente quale sia la loro utilità ti devi affidare ai dati riportati nella confezione, ricordandoti di diffidare dei prodotti privi di dichiarazioni riguardo alla sicurezza.

Alcune tipologie di mascherine in carta inoltre sono dotate di trattamenti che le rendono resistenti agli schizzi liquidi, mentre altre no. Insomma, massima attenzione!

Detto ciò nel nostro store puoi trovare mascherine monovelo e 2 veli testate e a norma (nella scheda prodotto puoi trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno).

Naturalmente oltre a queste, proponiamo anche le mascherine DPI, le chirurgiche e le nostre mascherine moda M-Mask da utilizzare con gli appositi filtri per mascherine.

Insomma se cerchi protezione per naso e bocca per qualsiasi contesto, visitando il nostro store puoi optare per diversi prodotti.

…e naturalmente per poter indossare le mascherine con la massima igiene anche quando sei fuori casa e non hai a portata di mano acqua e sapone, acquista anche il gel igienizzante con alcool.

Su M-Mask puoi trovare tutto il necessario per proteggerti in modo certo e sicuro!

Il presente sito utilizza cookies analitici di terze parti e di profilazione di parti terze.

Si precisa che chiudendo il presente banner ovvero proseguendo con la navigazione sul sito l'utente presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookies.